I benefici di lavorare in un coworking

technology
Coworking
14 Ottobre 2019

All’interno del CRIT – Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona convivono corporate e startup, contesti e anime diverse, ma concatenate tra loro in modo sinergico. Per le aziende più piccole è disponibile uno spazio di coworking che stimola la collaborazione e la sinergia.

Quello spazio si chiama Cobox, ma che cos’è esattamente?

Un coworking è uno spazio condiviso tra imprese, spesso di piccole dimensioni o appena fondate. Qualcosa che può ricordare i garage della Silicon Valley, dove nascevano aziende dalle molteplici e varie competenze delle diverse persone coinvolte. Un coworking offre spazi attrezzati come uffici che, però, non ospitano i dipendenti di una sola azienda, ma spesso i titolari di molte (e diverse) imprese.

I sei benefici offerti dal coworking

  1. Condivisione delle spese

Abbattere i costi fin nella fase iniziale è indispensabile soprattutto per le startup che, spesso, sono costrette ad investire il budget in hardware, software e brevetti. Avere un luogo dove trovare internet, corrente elettrica, riscaldamento, area relax, zona cucina e a volte il parcheggio condiviso con altre aziende consente anche di condividere le spese, come succede nel Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona.

  1. Sale riunioni solo quando servono

Avere una sala riunioni solo quando necessario può sembrare superfluo, ma al contrario è molto utile: poterla noleggiare solo per le ore o le giornate necessarie perché un’azienda organizza una presentazione o un corso è da un lato un risparmio economico, dall’altro si valorizzano le risorse attraverso la condivisione.

  1. Spazi condivisi, idee condivise

Condividere gli spazi significa anche condividere la creatività: gli spazi condivisi stimolano fenomeni come, ad esempio il brainstorming. Tra i vantaggi di lavorare a contatto diretto con altri professionisti c’è anche quello di confrontarsi per favorire la nascita di nuovi progetti o trovare nuovi modi per risolvere problematiche.

  1. Condividere i progetti, condividere i clienti

Negli spazi di coworking le competenze sono spesso complementari: per questo motivo condividere lo spazio significa anche fare affidamento su un altro professionista che occupa la scrivania vicina per completare le competenze necessarie per portare a termine un progetto e, di conseguenza, un cliente.

  1. Benessere per il tempo libero

Anche il tempo libero può trarre vantaggio: i coworking sono immersi in zone in cui fare attività all’aperto (è questo il caso del Polo Verde di Cremona) o vicini a palestre e circoli sportivi. Fare attività sportiva prima o dopo il lavoro o persino in pausa pranzo, diventa così possibile vivere al massimo il proprio tempo. Inoltre, nel caso del Polo per l’Innovazione digitale di Cremona in pochi passi si raggiunge il centro della città: negozi e locali, ma anche teatri e musei diventano un modo per dedicarsi al tempo libero appena lasciata la scrivania.

  1. Posizione strategica

Spesso i coworking sono in posizione strategica rispetto ai trasporti: il Polo per l’Innovazione digitale di Cremona e il Polo Verde, ad esso adiacente, sono raggiungibili a piedi o in bicicletta, favorendo così il rispetto ambientale. Per chi, invece, deve raggiungere il coworking in auto perché troppo distante, può avvalersi di una comodissima uscita autostradale e della presenza di mezzi di superficie che collegano le stazioni ferroviaria e degli autobus al CRIT.

Ecco perché lavorare in un coworking è vantaggioso, comodo e importante.